Cosa c’è nel piatto degli italiani? Prospettive per gli alimenti freschi in Italia.

4

Il settore alimentare è stato colpito dalla crisi economica in misura minore rispetto ad altre industrie.

Tuttavia, in questo momento difficile per l’economia, gli italiani guardano in misura crescente al risparmio. Sempre più consumatori optano per cibi confezionati perché più economici rispetto agli alimenti freschi. La tendenza all’acquisto di cibi pronti è inoltre favorita dai moderni stili di vita e dall’aumento di persone che vivono sole e dedicano meno tempo alla cucina rispetto alle famiglie e ai più anziani.

Sia i produttori che i rivenditori hanno colto questa tendenza e un numero sempre maggiore di cibi pronti è oggi a disposizione del consumatore. Sui banchi dei supermercati italiani si trova una vasta scelta di insalate in busta, verdure confezionate, frutta già lavata, tagliata e pronta per essere mangiata.

I prodotti preconfezionati mantengono un’impronta made in Italy rispondendo alla predilezione degli italiani per il cibo tradizionale, locale e stagionale. Le confezioni sono generalmente trasparenti per creare l’illusione di freschezza e sono meno voluminose, a favore di single e coppie.

Nonostante queste tendenze, in Italia si registra una maggiore resistenza verso i cibi pronti rispetto ad altri paesi europei, diversi per tradizione, usi e consumi, che tuttavia stanno lentamente cambiando.